Loading...
HOME / CURIOSITÀ / 8 MODI PER RENDERE IL SE**O ANALE PIACEVOLE! ++ MOLTO IMPORTANTI++

8 MODI PER RENDERE IL SE**O ANALE PIACEVOLE! ++ MOLTO IMPORTANTI++

loading...

8 MODI PER RENDERE IL SE**O AN**E PIACEVOLE! ++ MOLTO IMPORTANTI++

Il sesso anale è una delle fantasie più apprezzate e discusse, anche se l’argomento viene ancora oggi considerato un tabù. Le donne lo amano perché gli permette di provare sensazioni nuove e stimolanti, mentre gli uomini lo considerano un vero e proprio “atto proibito” e di conseguenza non ne riescono a fare a meno. A primo impatto, il sesso anale può sembrare scoraggiante, ma in realtà è un’esperienza emozionante, divertente e liberatoria. Potrebbero essere necessari diversi tentativi prima di arrivare al culmine del piacere e le vostre fantasie erotiche potrebbero esservi d’aiuto, ma solo con la determinazione si raggiungono delle grandi ricompense. Ecco alcuni consigli per capire come fare sesso anale e come renderlo più piacevole.

Come avviene la preparazione dell’ano?
L’ano è un piccolo anello di carne, stretto, e serve a espellere i rifiuti corporei. Potrete controllarlo volontariamente solo in parte e reagisce agli stimoli solo in parte. Per evitare incidenti imbarazzanti, è meglio farsi trovare “preparati”, magari servendosi anche di clisteri o di altri rimedi per sbarazzarsi delle sostanze di scarto prima di fare sesso. Il tessuto intorno all’ano è particolarmente delicato e può strapparsi con facilità se non viene maneggiato con cura. E’ bene dunque avere delle mani ben curate, con delle unghie perfettamente limate, prima di stimolare manualmente questa parte del corpo. Il partner deve rilassarsi mentre il compito dell’uomo è quello di stimolare l’ano con due dita fino a che non si sia allargato. L’uomo deve prestare maggiore attenzione alla propria partner se per lei si tratta della prima volta. L’imbarazzo non deve esistere in camera da letto e, quando si vuole fare sesso anale, bisogna stare tranquilli. Solo dopo essersi rilassati, il sesso anale può diventare più piacevole e meno doloroso. Avere i muscoli contratti non fa altro che peggiorare la situazione.

Come si può rendere più piacevole il sesso anale? Ecco alcune tecniche!
Ci sono poche cose meno attraenti che infilare qualcosa in una parte del corpo non predisposta all’accesso, ma, se si vuole provare il sesso anale, bisogna sperimentarlo con un atteggiamento positivo ed eccitato e non con paura e preoccupazione. Per rendere la cosa più piacevole si può cominciare a rendere l’atto più familiare con l’anilingus, una pratica particolarmente apprezzata negli ultimi tempi. L’ano è pieno di terminazioni nervose e, stimolandolo con mani e lingua, fa sentire particolarmente eccitati. Naturalmente, questa pratica viene guardata con un po’ di disgusto da molti, ma è il primo passo da compiere per vivere più serenamente il sesso anale. Per i maschi la penetrazione permette la stimolazione della radice del pene e della prostata, una zona molto erogena capace, da sola, di far arrivare all’orgasmo. Altri uomini preferiscono, nel contempo essere masturbati. Il piacere femminile, invece, può aumentare se viene stimolato anche il clitoride, il centro del piacere femminile che non deve essere ignorato. Le sensazioni che si possono provare in un’esperienza sessuale simili sono davvero ai limiti della beatitudine. Così è possibile raggiungere l’orgasmo multiplo.

Che tipo di lubrificante usare?
La vagina si lubrifica naturalmente, ma per il fondoschiena la questione è diversa. Nel sesso anale la lubrificazione è fondamentale e bisogna quindi utilizzare un olio specifico per rendere l’esperienza meno dolorosa.

Ci sono tre tipologie di lubrificanti che si possono usare: a base d’acqua, a base di olio e a base di silicone. La maggior parte degli esperti consigliano un lubrificante a base d’acqua da applicare generosamente perché sono idrosolubili e non hanno controindicazioni. Il problema è che potrebbero seccarsi durante l’utilizzo, quindi durante il rapporto anale è necessario applicarlo tutte le volte. I lubrificanti a base di olio, invece, non si asciugano all’aria aperta e durano di più ma non vanno bene col preservativo. Infine i lubrificanti a base siliconica non comportano svantaggi né tantomeno si assorbono velocemente. Non rovinano i preservativi ma possono macchiare i tessuti. E’ meglio evitare di usare la saliva, che non fornisce abbastanza umidità e che si asciuga in fretta.

Al sesso anale bisogna avvicinarsi con cautela ed è consigliabile cominciare la penetrazione in modo molto lento. Naturalmente, c’è bisogno di iniziare a stimolare l’ano durante le altre pratiche sessuali, così da essere più rilassati e predisposti al sesso vero e proprio. E’ inutile voler portare a termine una pratica simile “a freddo”, il risultato sarebbe estremamente doloroso.

Quali sono le posizioni migliori per il sesso anale?
Per capire qual è la posizione giusta bisogna sperimentarne diverse, fino ad individuare quella che genera più piacere. Alcuni preferiscono la classica pecorina, altri amano stare sopra per controllare il ritmo e l’intensità della penetrazione, l’importante è lasciarsi andare completamente, giocare ed osare tra le lenzuola. Solo così facendo, il sesso orale può diventare un’esperienza davvero eccitante.

Le migliori posizioni per avere un indimenticabile rapporto anale sono:

– Posizione del risveglio

La donna si pone di fianco, l’uomo la prende da dietro. Bisogna essere molto rilassati e avere i muscoli poco contratti. Ottima da fare al mattino.

– Posizione della pecorina

La penetrazione è molto profonda e non è consigliabile se è il vostro primo rapporto anale. L’uomo stabilisce ritmi e movimenti e la donna si deve solo lasciare trasportare.

– L’amazzone straniera

La donna è sopra l’uomo e si muove con le ginocchia sul pavimento guidando il rapporto. Ottima per la prima volta e buona se si vuole dominare completamente il proprio uomo.

– Il missionario

La donna sotto e l’uomo sopra, che provvederà a sollevarle le gambe per metterle sulle sue spalle. Il pene deve entrare molto lentamente e la donna deve distendere al massimo i propri muscoli.

Come utilizzare i muscoli dell’ano durante il rapporto?
Così come nel sesso tradizionale, anche in quello anale non bisogna dimenticare di utilizzare i muscoli per creare maggiore attrito con il pene del partner. Contrarre e rilasciare i muscoli dell’ano è il segreto per rendere tutto più piacevole ad entrambi i sessi. Bisogna dunque capire dove sono collocati questi muscoli ed imparare ad  usarli nel modo giusto.

Il sesso anale comporta dei rischi? è possibile rimanere incinta?
Il sesso anale non protetto presenta un grande rischio di contagio con l’HIV, anche se non si eiacula e può portare all’esterno dell’ano il batterio intestinale dell’escherichia coli, soprattutto se, dopo il rapporto anale, si prosegue con una penetrazione vaginale. Per evitare problemi del genere, è sconsigliato l’utilizzo di profilattici ultrasottili e con superfici sagomate. Evitate di usarne due, uno sopra l’altro, perché potrebbero rompersi per l’attrito.

Il sesso anale, inoltre, non è un metodo contraccettivo poiché, dall’ano, dopo il rapporto, lo sperma può gocciolare e scorrere verso il perineo. Per questo motivo, vi consigliamo di non farlo per non avere figli perché, statisticamente, circa l’8% delle coppie che lo ha usato regolarmente come contraccettivo ha avuto bambini.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

Altro Mattia

Loading...

Guarda Anche

Intervista-pugnalata di Costanzo: furia Belen, ci scappano minacce… “Prima o poi…” / Guarda

Intervista-pugnalata di Costanzo: furia Belen, ci scappano minacce… “Prima o poi…” / Guarda “Prima o …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *