Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/n3pnexwpnas01_data02/74/3448974/html/wp-content/object-cache.php on line 855

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/content/n3pnexwpnas01_data02/74/3448974/html/wp-content/object-cache.php:855) in /home/content/n3pnexwpnas01_data02/74/3448974/html/wp-includes/feed-rss2.php on line 8
POLITICA – RiscattoNazionale.com http://riscattonazionale.com È ora di riprenderci la nostra patria Mon, 23 Jan 2017 18:19:14 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.1 ULTIM’ORA DA ROMA! L’ANNUNCIO DELLA RAGGI GUARDATE COSA HA DETTO! MASSIMA CONDIVISIONE! http://riscattonazionale.com/ultimora-roma-lannuncio-della-raggi-guardate-cosa-detto-massima-condivisione/ http://riscattonazionale.com/ultimora-roma-lannuncio-della-raggi-guardate-cosa-detto-massima-condivisione/#respond Mon, 23 Jan 2017 11:31:58 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11801 ULTIM’ORA DA ROMA! L’ANNUNCIO DELLA RAGGI GUARDATE COSA HA DETTO! MASSIMA CONDIVISIONE! Oggi la Giunta Capitolina ha approvato gli emendamenti allo schema di Bilancio di previsione 2017-2019 e al Documento unico di programmazione (Dup). Il bilancio integrato oggi dalla Giunta rispetta dei principi irrinunciabili per la nostra amministrazione. #RomaRiparte dalla lotta agli sprechi, di cui abbiamo …

L'articolo ULTIM’ORA DA ROMA! L’ANNUNCIO DELLA RAGGI GUARDATE COSA HA DETTO! MASSIMA CONDIVISIONE! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
ULTIM’ORA DA ROMA! L’ANNUNCIO DELLA RAGGI GUARDATE COSA HA DETTO! MASSIMA CONDIVISIONE!

Oggi la Giunta Capitolina ha approvato gli emendamenti allo schema di Bilancio di previsione 2017-2019 e al Documento unico di programmazione (Dup). Il bilancio integrato oggi dalla Giunta rispetta dei principi irrinunciabili per la nostra amministrazione. #RomaRiparte dalla lotta agli sprechi, di cui abbiamo iniziato a individuare la dimensione: pur nelle ristrettezze di un bilancio ereditato dal passato, siamo riusciti a tagliare 40 milioni di euro di spese legate ai costi della macchina amministrativa e degli organi istituzionali.
#RomaRiparte dalla legalità, intesa come certezza delle risorse da spendere, trasparenza dei conti e rispetto degli equilibri finanziari; #RomaRiparte dall’equità, perseguita grazie a 60 milioni di euro in più per il sociale e a un primo segnale, con la riduzione della tariffa sui rifiuti, di abbassamento delle tasse che i romani pagano più degli altri cittadini italiani a causa dei debiti lasciati dalla vecchia politica. #RomaRiparte, infine, da uno sviluppo sostenibile sia dal punto di vista ambientale che economico e offra alla città i servizi e le opere che i cittadini aspettano.
L’emendamento al bilancio contiene una manovra da 81 milioni di euro per finanziare spese e servizi. E ulteriori 110 milioni di euro che portano il piano investimenti complessivo per il prossimo triennio a 580 milioni di euro, con un attenzione particolare ai trasporti e alla mobilità. Si tratta di un primo passo, ne siamo consapevoli. Ma forse del passo più importante. Quello che serve, appunto, per fa ripartire Roma.

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

L'articolo ULTIM’ORA DA ROMA! L’ANNUNCIO DELLA RAGGI GUARDATE COSA HA DETTO! MASSIMA CONDIVISIONE! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/ultimora-roma-lannuncio-della-raggi-guardate-cosa-detto-massima-condivisione/feed/ 0
++ CHE VERGOGNA ++ Hotel Rigopiano: politici del PD a processo per corruzione, poi… ASSOLTI!! http://riscattonazionale.com/vergogna-hotel-rigopiano-politici-del-pd-processo-corruzione-assolti/ http://riscattonazionale.com/vergogna-hotel-rigopiano-politici-del-pd-processo-corruzione-assolti/#respond Mon, 23 Jan 2017 10:58:58 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11795 ++ CHE VERGOGNA ++ Hotel Rigopiano: politici del PD a processo per corruzione, poi… ASSOLTI!! L’Hotel Rigopiano, travolto da una valanga, nel recente passato era finito al centro di un’inchiesta su corruzione e abusivismo edilizio che vedeva coinvolti esponenti del Partito Democratico. La vicenda inizia nel 2008 quando l’amministrazione comunale, attraverso una delibera, procede a …

L'articolo ++ CHE VERGOGNA ++ Hotel Rigopiano: politici del PD a processo per corruzione, poi… ASSOLTI!! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
++ CHE VERGOGNA ++ Hotel Rigopiano: politici del PD a processo per corruzione, poi… ASSOLTI!!

L’Hotel Rigopiano, travolto da una valanga, nel recente passato era finito al centro di un’inchiesta su corruzione e abusivismo edilizio che vedeva coinvolti esponenti del Partito Democratico. La vicenda inizia nel 2008 quando l’amministrazione comunale, attraverso una delibera, procede a “sanare” una presunta occupazione di suolo pubblico. La Procura di Pescara ipotizza che ciò sia avvenuto in cambio di denaro e posti di lavoro. La struttura, un tempo casolare adibito ad albergo, s’avviava a diventare un quattro stelle.

Finirono sotto processo sette persone tra cui il sindaco di Farindola dell’epoca Massimiliano Giancaterino e il suo successore Antonello De Vico oltre a due ex assessori, Ezio Marzola e Walter Colangeli, e all’ex consigliere Andrea Fusaro. Secondo l’ipotesi del Pm, come riporta Tiscali, i politici Giancaterino e De Vico avrebbero approvato la delibera in cambio della “promessa di un versamento di denaro destinato al finanziamento del partito”, ovvero il PD. Mentre consiglieri e assessori avrebbero acconsentito al via libera in cambio di “assunzioni preferenziali per i propri protetti”. In primo grado lo scorso novembre è arrivata l’assoluzione perché “il fatto non sussiste”, poi è intervenuta la prescrizione. Dunque non ci sarà alcun processo d’appello.

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

L'articolo ++ CHE VERGOGNA ++ Hotel Rigopiano: politici del PD a processo per corruzione, poi… ASSOLTI!! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/vergogna-hotel-rigopiano-politici-del-pd-processo-corruzione-assolti/feed/ 0
BISOGNA DIRE LA VERITA’ AGLI ITALIANI!!! LA PIU’ GRANDE DENUNCIA MAI FATTA NELLA TV ITALIANA! VIDEO SHOCK! http://riscattonazionale.com/bisogna-dire-la-verita-agli-italiani-la-piu-grande-denuncia-mai-fatta-nella-tv-italiana-video-shock/ http://riscattonazionale.com/bisogna-dire-la-verita-agli-italiani-la-piu-grande-denuncia-mai-fatta-nella-tv-italiana-video-shock/#respond Sat, 21 Jan 2017 11:33:10 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11724 BISOGNA DIRE LA VERITA’ AGLI ITALIANI!!! LA PIU’ GRANDE DENUNCIA MAI FATTA NELLA TV ITALIANA! VIDEO SHOCK! Ora ritornare alla lira significherebbe una svalutazione drammatica con perdita di potere d’acquisto per i redditi fissi (pensionati e dipendenti). Poi si riprenderebbe a esportare e a guadagnare ma sai che bagno di sangue nel frattempo. La colpa …

L'articolo BISOGNA DIRE LA VERITA’ AGLI ITALIANI!!! LA PIU’ GRANDE DENUNCIA MAI FATTA NELLA TV ITALIANA! VIDEO SHOCK! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
BISOGNA DIRE LA VERITA’ AGLI ITALIANI!!! LA PIU’ GRANDE DENUNCIA MAI FATTA NELLA TV ITALIANA! VIDEO SHOCK!

Ora ritornare alla lira significherebbe una svalutazione drammatica con perdita di potere d’acquisto per i redditi fissi (pensionati e dipendenti). Poi si riprenderebbe a esportare e a guadagnare ma sai che bagno di sangue nel frattempo. La colpa è di una classe politica ladra e incapace di vere riforme soprattutto negli stipendi dei pubblici dirigenti, dipendenti

Mentre tutti i giornali sono pieni e zeppi di Italicum – condito ormai nelle salse più diverse – e di ragioni per il sì o il no ad un referendum su una revisione costituzionale da vero sballo, vi offriremo un piccolo manuale di salvezza nazionale su due temi che riteniamo veramente decisivi per la sorte del nostro Paese e di cui solo Libero parla. L’euro da una parte e l’Unione Europea dall’altra.

Il primo è un cappio al collo che sta inesorabilmente umiliando e devastando un Paese che nel dopoguerra ha dimostrato – invece – di saper brillantemente camminare e correre sulle sue gambe fino a diventare una delle principali potenze manifatturiere del pianeta. La seconda è una gabbia soffocante che limita la nostra sovranità in spregio ai più elementari principi di libertà.

Riconquistare la propria indipendenza monetaria è condizione necessaria – anche se non sufficiente – per tornare a crescere. Senza questo scatto di orgoglio e libertà ogni altro meritevole sforzo per rilanciare l’economia del Paese si rivelerà purtroppo inutile. Ecco perché abbiamo deciso di elencare “nero su bianco” 50 buoni motivi per dire NO all’euro e NO all’Unione Europea. E lo faremo sfatando uno per uno tutti i luoghi comuni più radicati di volta in volta tirati in ballo da chi sostiene che non ci sia alternativa.

1. PERCHÉ I TRATTATI DELL’UNIONE VIOLENTANO LA NOSTRA COSTITUZIONE

2. PERCHÉ LA «CASTRAZIONE MONETARIA» OLTRE AD ESSERE ANTICOSTITUZIONALE NON È COSA AFFATTO NORMALE

3. PERCHÉ L’UNIONE MONETARIA NON È FATTA SU MISURA PER L’ITALIA

4. PERCHÉ L’UNIONE MONETARIA È FATTA INVECE SU MISURA DELLA GERMANIA

5. PERCHÉ AVEVANO BISOGNO DI UN POLLO DA SPENNARE: L’ITALIA

6. PERCHÉ ECONOMIE DIVERSE DEVONO AVERE MONETE DIVERSE

7. PERCHÉ LA GERMANIA CE LO HA DETTO CHIARO E TONDO

8. PERCHÉ FAMOSISSIMI ECONOMISTI CE LO HANNO DETTO CHIARO E TONDO

9. PERCHÉ GLI STATI UNITI D’EUROPA SONO UN PROGETTO ANTISTORICO E FALLIMENTARE

10. PERCHÉ NON POTREMO MAI CREARE GLI STATI UNITI D’EUROPA

11. PERCHÉ NON È VERO CHE USCIRE DA UN’UNIONE MONETARIA SAREBBE UNA CATASTROFE

12. PERCHÉ NON È VERO CHE USCIRE DALL’EURO SIGNIFICHI USCIRE DALL’UE

13. PERCHÉ COMUNQUE NON È VERO CHE USCIRE O NON FAR PARTE DELL’UNIONE EUROPEA SIGNIFICHI NON AVERE ACCESSO AL MERCATO CONTINENTALE

14. PERCHÉ FUORI DALL’UNIONE EUROPEA SI STA COMUNQUE MEGLIO

15. PERCHÉ NON È VERO CHE ABBANDONANDO L’EURO TORNEREMO AI VECCHI MILIONI E MILIARDI

16. PERCHÉ NON È VERO CHE SVALUTARE NON SERVE A NIENTE

17. PERCHÉ NON È VERO CHE SE TORNASSIMO ALLA LIRA SAREMMO TRAVOLTI DALL’IPERINFLAZIONE O DALL’INFLAZIONE

18. PERCHÉ NON È VERO CHE SENZA L’EURO I RISPARMI SI DIMEZZEREBBERO

19. PERCHÉ NON È VERO CHE SENZA L’EURO I MUTUI ANDREBBERO ALLE STELLE

20. PERCHÉ NON È VERO CHE È TUTTA COLPA DELLA SPESA PUBBLICA

21. PERCHÉ NON È VERO CHE TUTTA COLPA DEL DEBITO PUBBLICO

22. PERCHÉ NON È VERO CHE IL NOSTRO DEBITO PUBBLICO DOVREMMO COMUNQUE RIPAGARLO IN EURO

23. PERCHÉ NON È VERO CHE FAREMO LA FINE DELL’ARGENTINA

24. PERCHÉ NON È VERO CHE NEPPURE I PAESI DEL SUD EUROPA NON VOGLIONO USCIRE DALL’EURO

25. PERCHÉ NON È VERO CHE SE LA BCE SI COMPORTASSE COME LA FED RIUSCIREMMO A SUPERARE LA CRISI RIMANENDO NELL’EURO

26. PERCHÉ NON È VERO CHE L’UE PROTEGGE LE NOSTRE BANCHE

27. PERCHÉ NON È VERO CHE È TUTTO E SOLTANTO COLPA DELLA CATTIVA GESTIONE DELLE NOSTRE BANCHE

28. PERCHÉ NON È VERO CHE BASTEREBBE METTERE LE BANCHE IN CONDIZIONI DI RECUPERARE PIÙ VELOCEMENTE I CREDITI DETERIORATI PER RILANCIARE L’ECONOMIA

29. PERCHÉ NON È VERO CHE L’EURO PROTEGGE LA NOSTRA INDUSTRIA

30. PERCHÉ NON È VERO CHE GLI ALTRI SONO EFFICIENTI, INVESTONO IN RICERCA E SVILUPPO E LE NOSTRE IMPRESE NO

31. PERCHÉ NON È VERO CHE L’EUROPA MIGLIORA LA QUALITÀ DELLA VITA DEI CONSUMATORI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo BISOGNA DIRE LA VERITA’ AGLI ITALIANI!!! LA PIU’ GRANDE DENUNCIA MAI FATTA NELLA TV ITALIANA! VIDEO SHOCK! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/bisogna-dire-la-verita-agli-italiani-la-piu-grande-denuncia-mai-fatta-nella-tv-italiana-video-shock/feed/ 0
RUBARE NELLE CASE??? NON SARA’ PIU’ REATO.. LEGGI COSA HANNO COMBINATO IN PARLAMENTO! http://riscattonazionale.com/rubare-nelle-case-non-sara-piu-reato-leggi-cosa-combinato-parlamento/ http://riscattonazionale.com/rubare-nelle-case-non-sara-piu-reato-leggi-cosa-combinato-parlamento/#respond Fri, 20 Jan 2017 21:00:46 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11717 RUBARE NELLE CASE??? NON SARA’ PIU’ REATO.. LEGGI COSA HANNO COMBINATO IN PARLAMENTO! Matteo Renzi vuole depenalizzare il reato di occupazione abusiva. Anzi, l’ha già fatto: con la legge delega 67 del 28 aprile scorso. In un ritaglio nemmeno troppo nascosto della norma, approvata la scorsa primavera da Camera e Senato e già pubblicata in …

L'articolo RUBARE NELLE CASE??? NON SARA’ PIU’ REATO.. LEGGI COSA HANNO COMBINATO IN PARLAMENTO! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
RUBARE NELLE CASE??? NON SARA’ PIU’ REATO.. LEGGI COSA HANNO COMBINATO IN PARLAMENTO!

a-2-550x264

Matteo Renzi vuole depenalizzare il reato di occupazione abusiva. Anzi, l’ha già fatto: con la legge delega 67 del 28 aprile scorso. In un ritaglio nemmeno troppo nascosto della norma, approvata la scorsa primavera da Camera e Senato e già pubblicata in Gazzetta ufficiale, si scopre che tra i reati depenalizzati c’è il primo comma dell’articolo 633 del codice penale. «Si tratta della norma attraverso la quale una società come Aler, la partecipata di Regione Lombardia che gestisce un patrimonio immenso di case popolari, può effettuare gli sgomberi in caso di occupazioni abusive», denuncia il consigliere del Comune di Milano, Marco Osnato (Fratelli d’Italia), che all’Aler ci lavora da anni.

Lo conferma anche il collega di Forza Italia, Armando Vagliati: «Il governo vuole depenalizzare l’occupazione abusiva. Contro chi occupa si potranno fare solo cause civili, della durata media di 10 o persino 15 anni». Sembra una barzelletta, soprattutto alla luce dei recenti fatti di cronaca di cui Milano è stata protagonista. Solo due giorni fa la polizia ha tentato di buttare fuori da un appartamento, occupato illegalmente, una famiglia di romeni, padre madre e tre figli di cui due minorenni. Tempo poche ore e per via delle proteste dei comitati a difesa del diritto alla casa e della tensione con la polizia, gli occupanti hanno ripreso possesso della casa.

In futuro, chiunque prenderà possesso di una casa, di uno spazio pubblico come un giardino o privato come un negozio non potrà più essere sgomberato dalle forze dell’ordine. Ci si potrà limitare a denunciarlo al giudice in sede civile. Da lì scatterà la denuncia e per avere giustizia bisognerà attendere i tempi biblici dei tribunali civili nostrani.

Si tratta di una svista o di un intento deliberato? Il segretario generale della Confederazione dei Giudici di Pace, Franco Pinardi, non ha dubbi: «La legge delega 67 è stata approvata sia dalla Camera sia dal Senato, non posso credere che non ne siano consapevoli – spiega il giudice – La proposta di depenalizzare l’invasione di terreni ed edifici, di fatto, nasconde una precisa volontà politica di legittimare questa invasione».
La legge delega in questione, del resto, non si limita a depenalizzare soltanto il reato di occupazione abusiva, il fatidico 633. «Si eliminano le conseguenze penali anche per il 632, che sanziona la deviazione delle acque – ricorda Pinardi – per cui chiunque potrà deviare canali o torrenti, senza poter essere perseguito in sede penale. Oppure il 631, che è l’articolo sulla variazione dei confini di un terreno».

Una possibilità di intervenire e modificare la norma ancora c’è. «Ci sono due anni per approvare i decreti attuativi», ricorda Pinardi.
Per questo sia i consiglieri di Forza Italia del Comune di Milano sia Osnato, di Fdi, hanno chiesto il coinvolgimento dei parlamentari dei rispettivi partiti. «Bisogna evitare che vengano approvati i decreti attuativi», incalza Vagliati. «Ho già chiesto alla parlamentare Giorgia Meloni di fare un’interrogazione parlamentare su questo tema – spiega Osnato – Non vorrei che la depenalizzazione del articolo 633 portasse all’impossibilità per le forze dell’ordine di attivarsi in flagranza di reato».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo RUBARE NELLE CASE??? NON SARA’ PIU’ REATO.. LEGGI COSA HANNO COMBINATO IN PARLAMENTO! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/rubare-nelle-case-non-sara-piu-reato-leggi-cosa-combinato-parlamento/feed/ 0
DALLE INTERCETTAZIONI DELLO SCANDALO CAMPIDOGLIO SPUNTA UNA RELAZIONE TRA LA RAGGI E IL SUO BRACCIO DESTRO, ORA RINNEGATO, RAFFAELE MARRA http://riscattonazionale.com/dalle-intercettazioni-dello-scandalo-campidoglio-spunta-relazione-la-raggi-suo-braccio-destro-ora-rinnegato-raffaele-marra/ http://riscattonazionale.com/dalle-intercettazioni-dello-scandalo-campidoglio-spunta-relazione-la-raggi-suo-braccio-destro-ora-rinnegato-raffaele-marra/#respond Fri, 20 Jan 2017 17:34:23 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11678 DALLE INTERCETTAZIONI DELLO SCANDALO CAMPIDOGLIO SPUNTA UNA RELAZIONE TRA LA RAGGI E IL SUO BRACCIO DESTRO, ORA RINNEGATO, RAFFAELE MARRA! Dall’intervista di Luca De Carolis a Daniele Frongia per “Il Fatto quotidiano” VIRGINIA RAGGI DANIELE FRONGIA RAFFAELE MARRA […] Cosa c`è negli omissis delle intercettazioni per l`inchiesta su Marra?  “So che raccontano di una relazione …

L'articolo DALLE INTERCETTAZIONI DELLO SCANDALO CAMPIDOGLIO SPUNTA UNA RELAZIONE TRA LA RAGGI E IL SUO BRACCIO DESTRO, ORA RINNEGATO, RAFFAELE MARRA proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
DALLE INTERCETTAZIONI DELLO SCANDALO CAMPIDOGLIO SPUNTA UNA RELAZIONE TRA LA RAGGI E IL SUO BRACCIO DESTRO, ORA RINNEGATO, RAFFAELE MARRA!

Dall’intervista di Luca De Carolis a Daniele Frongia per “Il Fatto quotidiano”

VIRGINIA RAGGI DANIELE FRONGIA RAFFAELE MARRAVIRGINIA RAGGI DANIELE FRONGIA RAFFAELE MARRA

[…] Cosa c`è negli omissis delle intercettazioni per l`inchiesta su Marra? 

“So che raccontano di una relazione tra lui e la sindaca, ma è solo fango. È la terza o quarta relazione che le viene attribuita in questi mesi: e in questo c`è molto maschilismo”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo DALLE INTERCETTAZIONI DELLO SCANDALO CAMPIDOGLIO SPUNTA UNA RELAZIONE TRA LA RAGGI E IL SUO BRACCIO DESTRO, ORA RINNEGATO, RAFFAELE MARRA proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/dalle-intercettazioni-dello-scandalo-campidoglio-spunta-relazione-la-raggi-suo-braccio-destro-ora-rinnegato-raffaele-marra/feed/ 0
SCANDALO PENSIONI D’ORO, ECCO CHI E’ IL PARASSITA NUMERO 1 D’ITALIA CON 31.411 EURO AL MESE? http://riscattonazionale.com/scandalo-pensioni-doro-parassita-numero-1-ditalia-31-411-euro-al-mese/ http://riscattonazionale.com/scandalo-pensioni-doro-parassita-numero-1-ditalia-31-411-euro-al-mese/#respond Thu, 19 Jan 2017 21:52:50 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11631 SCANDALO PENSIONI D’ORO, ECCO CHI E’ IL PARASSITA NUMERO 1 D’ITALIA CON 31.411 EURO AL MESE? Tito Boeri ha lanciato l’allarme: “I vitalizi dei parlamentari sono quasi il doppio di quanto sarebbe giustificato alla luce dei contributi versati”. Si risparmierebbero circa 76 milioni l’anno se si portassero le pensioni dei parlamentari a valori normali, applicando …

L'articolo SCANDALO PENSIONI D’ORO, ECCO CHI E’ IL PARASSITA NUMERO 1 D’ITALIA CON 31.411 EURO AL MESE? proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
SCANDALO PENSIONI D’ORO, ECCO CHI E’ IL PARASSITA NUMERO 1 D’ITALIA CON 31.411 EURO AL MESE?

Tito Boeri ha lanciato l’allarme: “I vitalizi dei parlamentari sono quasi il doppio di quanto sarebbe giustificato alla luce dei contributi versati”. Si risparmierebbero circa 76 milioni l’anno se si portassero le pensioni dei parlamentari a valori normali, applicando il sistema contributivo si avrebbe un risparmio di circa un miliardo e 457 milioni sui primi 10 anni (oltre 100 milioni all’ anno).°° Il meccanismo dovrebbe essere applicato non solo ai parlamentari ma anche ai consiglieri regionali.

L’elenco – Il quotidiano Il Tempo in edicola oggi, pubblica di queste pensioni d’oro, fa i nomi e i cognomi dei parlamentari super fortunati. Luciano Violante percepisce un vitalizio di 9.363 euro al mese,Giuliano Amato arriva a 31.411 euro al mese, Walter Veltroni ogni mese incassa 5.373, Massimo D’ Alema appena 90 euro in meno del suo storico rivale. Marco Pannella porta a casa una pensione da 5.691 euro al mese. Percepisce il vitalizio anche l’ ex presidente della CameraGianfranco Fini (5.614 euro). Poi Prodi (2.864), Rodotà (4.684) e Franco Marini (5.800 Irene Pivetti dal 2013, ovvero da quando aveva solo 50 anni, percepisce 6.203 euro al mese. Alfonso Pecoraro Scanio, deputato dal 1992 al 2008, riceve 8.836 euro al mese da quando aveva 49 anni. AVittorio Sgarbi per essere rimasto in carica per 4 legislature riceve 8.455 euro. Rosa Russo Iervolino, parlamentare per oltre 20 anni e più volte Ministro, riceve mensilmente il suo assegno da circa 5400 euro netti. Pensionata a 41 anni e con un assegno di 8.455 euro: accade a Claudia Lombardo, definita Miss Vitalizio d’ oro. Gianni De Michelis, percepisce 5.800 euro netti al mese

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo SCANDALO PENSIONI D’ORO, ECCO CHI E’ IL PARASSITA NUMERO 1 D’ITALIA CON 31.411 EURO AL MESE? proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/scandalo-pensioni-doro-parassita-numero-1-ditalia-31-411-euro-al-mese/feed/ 0
“RENZI È DEPRESSO”… Sfogo privato con la Boschi! [VORREBBE RITORNARE???] http://riscattonazionale.com/renzi-depresso-sfogo-privato-la-boschi-vorrebbe-ritornare/ http://riscattonazionale.com/renzi-depresso-sfogo-privato-la-boschi-vorrebbe-ritornare/#respond Thu, 19 Jan 2017 21:46:19 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11628 “RENZI È DEPRESSO”… Sfogo privato con la Boschi! [VORREBBE RITORNARE???] La vita da semplice segretario del Partito democratico non deve essere proprio quel che Matteo Renzi si aspettava. Di sicuro il ruolo non è nelle corde dell’ex premier che ora starebbe rimpiangendo i tempi di Palazzo Chigi. Secondo un retroscena di Dagospia, Renzi non perde …

L'articolo “RENZI È DEPRESSO”… Sfogo privato con la Boschi! [VORREBBE RITORNARE???] proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
“RENZI È DEPRESSO”… Sfogo privato con la Boschi! [VORREBBE RITORNARE???]

La vita da semplice segretario del Partito democratico non deve essere proprio quel che Matteo Renzi si aspettava. Di sicuro il ruolo non è nelle corde dell’ex premier che ora starebbe rimpiangendo i tempi di Palazzo Chigi. Secondo un retroscena di Dagospia, Renzi non perde occasione di sfogarsi, elaborando “pillole di saggezza da diffondere al primo malcapitato che gli capita a tiro”. Tra gli sfortunati c’è per esempio Maria Elena Boschi, per quanto impegnatissima con i doveri da sottosegretaria, alla quale “rovescia addosso le sue ‘riflessioni’ politiche (che di politico hanno poco)”.

Renzi non darebbe pace da quando ha capito che: “se comandi veramente, conti. Ma se conti e non comandi, non serve”. Insomma ha capito che il segretario del Pd non ha il potere che sperava, anzi. Così è costretto a ripiegare su apparizioni sparse, delle sorte di blitz come quello fatto a Scampia, dove non aveva voluto troupe tv al seguito, raccogliendo il giorno dopo solo un pezzo sul Corriere della sera. Prossimo obiettivo: una comparsata strategica in tv, ma solo dopo aver finito il casting per la nuova squadra della segreteria Dem.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo “RENZI È DEPRESSO”… Sfogo privato con la Boschi! [VORREBBE RITORNARE???] proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/renzi-depresso-sfogo-privato-la-boschi-vorrebbe-ritornare/feed/ 0
QUESTO VIDEO STA FACENDO TREMARE TUTTI I PARASSITI! GUARDATELO! http://riscattonazionale.com/video-sta-tremare-tutti-parassiti-guardatelo/ http://riscattonazionale.com/video-sta-tremare-tutti-parassiti-guardatelo/#respond Thu, 19 Jan 2017 21:03:40 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11625 QUESTO VIDEO STA FACENDO TREMARE TUTTI I PARASSITI! GUARDATELO! Dopo il 1971 le convenzioni internazionali, hanno permesso di svincolare le produzioni tipografiche di moneta dalla quantità di oro realmente posseduta da uno stato. IL VIDEO CHE FA TREMARE TUTTI I PARASSITI, DA PRODI A MONTI PASSANDO PER RENZI E LETTA Dopo il 1971 le convenzioni …

L'articolo QUESTO VIDEO STA FACENDO TREMARE TUTTI I PARASSITI! GUARDATELO! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
QUESTO VIDEO STA FACENDO TREMARE TUTTI I PARASSITI! GUARDATELO!

Dopo il 1971 le convenzioni internazionali, hanno permesso di svincolare le produzioni tipografiche di moneta dalla quantità di oro realmente posseduta da uno stato.

IL VIDEO CHE FA TREMARE TUTTI I PARASSITI, DA PRODI A MONTI PASSANDO PER RENZI E LETTA

Dopo il 1971 le convenzioni internazionali, hanno permesso di svincolare le produzioni tipografiche di moneta dalla quantità di oro realmente posseduta da uno stato.

Questa manovra ha permesso quindi di tramutare letteralmente la carta in oro, cioè rendendo di valore un pezzo di carta scrivendogli sopra una cifra in numeri. Facciamo quindi un esempio a noi vicino, i recenti scandali bancari hanno prosciugato i risparmi dei correntisti di una nota banca toscana, per salvare queste persone reali, si potrebbe tranquillamente stampare un quantitativo di carta di banconote, pari al loro ammanco complessivo, oppure visto che siamo nell’era della tecnologia sarebbe sufficiente accreditare sui loro conti presso un’altra banca la somma da loro persa, semplicemente scrivendo tramite una tastiera i numeri su un computer.

Allora qual’è il motivo per cui si sta drenando, prima con la finta crisi economica creata a tavolino dai banchieri ed ora con questi trucchi truffaldini, la liquidità delle famiglie è il vero scoglio per ottenere l’impoverimento delle colonne portanti di uno stato i suoi cittadini.

L’attacco è quindi rivolto ai componenti di uno stato che lo rendono vivo, cioè i membri della sua collettività i cittadini appunto. Uno stato può esistere senza cittadini? No, ma i cittadini possono vivere senza uno stato, si. Quindi il concetto al quale dobbiamo arrivare è che stiamo subendo un vero e proprio attacco alla democrazia al demos, cioè alla popolazione vivente di uno stato. Il nostro più grande nemico è l’ignoranza, un cittadino informato è un cittadino che difficilmente si farà fregare, un cittadino ignorante invece è una preda perfetta di chi parla politichese, di chi promette e poi non è tenuto a mantenere.

IL VIDEO:

Video

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo QUESTO VIDEO STA FACENDO TREMARE TUTTI I PARASSITI! GUARDATELO! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/video-sta-tremare-tutti-parassiti-guardatelo/feed/ 0
FINALMENTE LAURA BOLDRINI E’ STATA DENUNCIATA! L’AUTORE UN NOTO AVVOCATO: “HA VIOLATO L’ART. 11 DELLA COSTITUZIONE, ED HA TRADITO IL GIURAMENTO DI FEDELTA’ E LEALTA”! http://riscattonazionale.com/finalmente-laura-boldrini-stata-denunciata-lautore-un-noto-avvocato-violato-lart-11-della-costituzione-ed-tradito-giuramento-fedelta-lealta/ http://riscattonazionale.com/finalmente-laura-boldrini-stata-denunciata-lautore-un-noto-avvocato-violato-lart-11-della-costituzione-ed-tradito-giuramento-fedelta-lealta/#respond Thu, 19 Jan 2017 20:52:22 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11622 FINALMENTE LAURA BOLDRINI E’ STATA DENUNCIATA! L’AUTORE UN NOTO AVVOCATO: “HA VIOLATO L’ART. 11 DELLA COSTITUZIONE, ED HA TRADITO IL GIURAMENTO DI FEDELTA’ E LEALTA”! L’Associazione Salviamo gli italiani ha denunciato il Presidente della Camera Laura Boldrini, tramite un esposto presentato dall’avvocato Marco Mori, per aver pubblicamente chiesto la rinuncia della sovranità nazionale dell’Italia per …

L'articolo FINALMENTE LAURA BOLDRINI E’ STATA DENUNCIATA! L’AUTORE UN NOTO AVVOCATO: “HA VIOLATO L’ART. 11 DELLA COSTITUZIONE, ED HA TRADITO IL GIURAMENTO DI FEDELTA’ E LEALTA”! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
FINALMENTE LAURA BOLDRINI E’ STATA DENUNCIATA! L’AUTORE UN NOTO AVVOCATO: “HA VIOLATO L’ART. 11 DELLA COSTITUZIONE, ED HA TRADITO IL GIURAMENTO DI FEDELTA’ E LEALTA”!

L’Associazione Salviamo gli italiani ha denunciato il Presidente della Camera Laura Boldrini, tramite un esposto presentato dall’avvocato Marco Mori, per aver pubblicamente chiesto la rinuncia della sovranità nazionale dell’Italia per confluire in un’entità sovranazionale europea. Così facendo la Boldrini ha violato l’articolo 11 della nostra Costituzione e tradito il giuramento di lealtà e fedeltà alla patria.

 

di Avv. Marco Mori

Con questo vergognoso tweet Laura Boldrini, paladina della dittatura finanziaria UE, si è pubblicamente permessa di chiedere cessioni di sovranità contro le resistenze popolari.

Ribadisco per l’ennesima volta che la cessione di sovranità, costituzionalmente vietata ex art. 1 e 11 Cost., comporta la cancellazione della personalità giuridica dello Stato e costituisce un atto ostile contro di esso perseguibile ex art. 243 c.p. Invito dunque i Magistrati a procedere per istigazione a delinquere contro questa persona.

Non possiamo più stare a guardare innanzi ad un’autentica orgia di dichiarazioni contro lo Stato ed i popoli.

Pertanto ecco a Vostra disposizione la denuncia penale contro il Presidente della Camera, Laura Boldrini, da scaricare, compilare con i vostri dati e poi depositare presso le forze dell’ordine o la Procura a voi più comoda:

SCARICA LA DENUNCIA: Denuncia Boldrini

QUESTO IL TESTO INTEGRALE DELLA DENUNCIA

–L’art. 1 della Costituzione Italiana recita: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

-L’art. 11 della Costituzione Italiana dispone: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente in condizioni di parità con gli altri Stati, alle LIMITAZIONI di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

-L’art. 241 c.p. punisce la violazione dei precetti costituzionali suindicati disponendo: “Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque compie atti violenti diretti e idonei a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l’indipendenza o l’unità dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni.

La pena è aggravata se il fatto è commesso con violazione dei doveri inerenti l’esercizio di funzioni pubbliche”.

-L’art. 243 c.p. punisce: “Chiunque tiene intelligenze con lo straniero affinché uno Stato estero muova guerra o compia atti di ostilità contro lo Stato italiano, ovvero commette altri fatti diretti allo stesso scopo, è punito con la reclusione non inferiore a dieci anni. Se la guerra segue, si applica la pena di morte; se le ostilità si verificano, si applica l’ergastolo”.

-L’art. 414 c.p. punisce: “Chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell’istigazione:

1) con la reclusione da uno a cinque anni, se trattasi di istigazione a commettere delitti; (omissis…)”.

* * *

PREMESSO IN FATTO

1) In data 14.11.2014, il Presidente della Camera, Laura Boldrini nata a Macerata il 28 aprile 1961, ha reso pubblico sul social network “twitter” il seguente messaggio: “Nel processo di costruzione #Europa resistenza a cedere quote sovranità. Ma traguardo va raggiunto, o prevarranno disgregazione e populismo”.

2) Ad avviso di chi scrive, ferma restando la valutazione dell’elemento psicologico che si lascia a codesta Spett.le Procura della Repubblica, il messaggio in oggetto costituisce reato ai sensi e per gli effetti dell’art. 414 c.p. (istigazione a delinquere).

IN DIRITTO

La sovranità, come noto a tutti, in base alla nostra Costituzione appartiene al popolo che la esercita nelle forme e nei limiti della stessa (Art. 1 Cost.).

Il concetto di sovranità popolare non è compatibile con la cessione a terzi della medesima. Sul punto sussistono i limiti (o contro limiti) di cui all’art. 11 Cost. ovvero: “La Repubblica consente in condizioni di parità con gli altri Stati alle LIMITAZIONI di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia tra i popoli”.

Orbene la Repubblica, e’ immediatamente evidente dal contenuto letterale dell’articolo, consente semplicemente alle limitazioni di sovranità e giammai permette le pur invocate cessione. Lapalissiano infatti che cedere è cosa ben diversa dal limitare.

Limitare significa chiaramente omettere di esercitare una prerogativa sovrana, contenere il proprio potere. Limitare dunque non implica mai la consegna permanente e definitiva a terzi della gestione di questo potere.

Un esempio per facilitare la comprensione del lettore meno avvezzo a tematiche proprie del diritto costituzionale.

Pensiamo all’eliminazione delle frontiere. Se permetto a persone provenienti da uno Stato con cui ho stipulato un trattato di varcare, senza limiti, il confine nazionale compio pacificamente una mera limitazione di sovranità. Al contrario, se invece decidessi di far controllare questo confine da un ordinamento esterno demandando ad esso ogni relativa decisione, compirei una cessione.

La cessione è dunque la perdita definitiva di una prerogativa sovrana nazionale in favore di un ordinamento esterno, ovvero proprio ciò che è avvenuto in particolare in materia di sovranità monetaria ed economica con la stipula dei Trattati UE.

La Sig.ra Laura Boldrini ha chiesto che sia compiuto un atto contrario alla Costituzione che riserva la sovranità al popolo italiano e non ad organismi sovranazionali.

Ma vi è di più.

A totale riprova della fondatezza giuridica della tesi dello scrivente basta considerare che, anche per le semplici limitazioni di sovranità, la Costituzione pone comunque due ulteriori contro limiti ovvero quello delle condizioni di parità tra le nazioni e quello fondamentale della limitazione finalizzata alla pace e alla giustizia tra i popoli.

Trattasi di un chiaro vincolo di scopo assolutamente non menzionato dal Presidente della Camera nel proprio “tweet” laddove non fa riferimento alla pace tra le Nazioni ma unicamente alla necessità di battere “populismo” e “disgregazione”, così dimenticandosi anche dell’art. 5 Cost. che prevede, al contrario, l’obbligo in capo alla Repubblica di riconoscere le autonomie locali e promuovere il più ampio decentramento amministrativo.

Uniti nelle differenze e rispettosi del prossimo. Solo così si arriva alla pace ed alla giustizia tra le nazioni.

Per un approfondimento sul tema del citato vincolo di scopo è sufficiente la piana lettura dei lavori dell’assemblea costituente che, come noto, costituisce e rappresenta quella che si può definire l’interpretazione autentica della Costituzione.

Ebbene nessun dubbio può esservi circa il fatto che la limitazione della sovranità è stata concepita solo in riferimento al vincolo di scopo della pace della giustizia tra le nazioni, la lettura dei lavori della seduta del 24 marzo 1947 è oltremodo eloquente sul punto.

Dunque non solo non è possibile cedere la sovranità ma addirittura non è possibile anche solo limitarla per scopi diversi dalla pace e dalla giustizia.

Rammentiamo poi che i principi fondamentali della Costituzione, tra cui rientra certamente l’art. 11 Cost. non sono emendabili e prevalgono sul diritto internazionale come confermato anche dalla recente sentenza della Corte Costituzionale n. 238/14: “Non v’è dubbio, infatti, ed è stato confermato a più riprese da questa Corte, che i principi fondamentali dell’ordinamento costituzionale e i diritti inalienabili della persona costituiscano un «limite all’ingresso […] delle norme internazionali generalmente riconosciute alle quali l’ordinamento giuridico italiano si conforma secondo l’art. 10, primo comma della Costituzione» (sentenze n. 48 del 1979 e n. 73 del 2001) ed operino quali “controlimiti” all’ingresso delle norme dell’Unione europea (ex plurimis: sentenze n. 183 del 1973, n.170 del 1984, n. 232 del 1989, n. 168 del 1991, n. 284 del 2007), oltre che come limiti all’ingresso delle norme di esecuzione dei Patti Lateranensi e del Concordato (sentenze n. 18 del 1982, n. 32, n. 31 e n. 30 del 1971). Essi rappresentano, in altri termini, gli elementi identificativi ed irrinunciabili dell’ordinamento costituzionale, per ciò stesso sottratti anche alla revisione costituzionale (artt. 138 e 139 Cost.: così nella sentenza n. 1146 del 1988)”.

Ed ancora, confermando anche il concetto di limitazione fatto proprio dallo scrivente, la Corte afferma: “Anche in una prospettiva di realizzazione dell’obiettivo del mantenimento di buoni rapporti internazionali, ispirati ai principi di pace e giustizia, in vista dei quali l’Italia consente a limitazioni di sovranità (art. 11 Cost.), il limite che segna l’apertura dell’ordinamento italiano all’ordinamento internazionale e sovranazionale (artt. 10 ed 11 Cost.) è costituito, come questa Corte ha ripetutamente affermato (con riguardo all’art. 11 Cost.: sentenze n. 284 del 2007, n. 168 del 1991, n. 232 del 1989, n. 170 del 1984, n. 183 del 1973; con riguardo all’art. 10, primo comma, Cost.: sentenze n. 73 del 2001, n. 15 del 1996 e n. 48 del 1979; anche sentenza n. 349 del 2007), dal rispetto dei principi fondamentali e dei diritti inviolabili dell’uomo, elementi identificativi dell’ordinamento costituzionale”.

Pertanto chiarito che la cessione di sovranità è un fatto costituzionalmente illecito occorre appurare se la fattispecie sia tutelata anche sotto il profilo penale.

La risposta, ad avviso di chi scrive, è affermativa.

Il bene tutelato nè quello della personalità giuridica dello Stato con espresso riferimento al Titolo I del Libro II del codice penale “Dei delitti contro la personalità dello Stato” ed in particolare al Capo I: “Dei delitti contro la personalità internazionale dello Stato”.

Che cos’è la personalità internazionale dello Stato? Ovviamente la sua potestà d’imperio, il diritto all’esercizio della capacità giuridica, ovvero il diritto all’esercizio indipendente della sua sovranità in condizioni di reciprocità con le altre nazioni e gli altri popoli.

Sovranità che poi, in definitiva, viene esercitata dal popolo (almeno dovrebbe!) per il tramite del diritto di voto.

L’art. 241 c.p. ante riforma del 2006 (L. n. 85) puniva proprio chi avesse compiuto atti diretti ed idonei a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero ovvero a menomare l’indipendenza o l’unità dello Stato.

Tale norma rendeva pacificamente perseguibile la cessione di sovranità nazionale e la sua conseguente menomazione dell’indipendenza dello Stato.

In vigenza della previgente formulazione della norma chiedere di cedere sovranità avrebbe costituito istigazione a delinquere.

In claris non fit interpretatio.

Dopo la riforma del 2006 il reato invece si consuma se si è in presenza del “quid pluris” della menomazione della sovranità (ovviamente fuori dai limiti costituzionali) compiuta mediante atti violenti.

La violenza, tuttavia, non si verifica unicamente con l’uso della forza.

La giurisprudenza, infatti, è assolutamente unanime e consolidata sull’interpretazione ampia del concetto di violenza che non comprende unicamente l’atto fisico dell’agente.

La violenza si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione, potendo consistere anche in una violenza “impropria”, che si attua attraverso l’uso di mezzi anomali diretti ad esercitare pressioni sulla volontà altrui, impedendone la libera determinazione.

Orbene, parlare, come fatto dalla Boldrini, di necessità di raggiungere il traguardo della cessione della sovranità nonostante le resistenze (dunque è edotta di una contraria volontà popolare) implica, ad avviso di chi scrive, il richiedere una qualche forma di coercizione, quantomeno psicologica.

Viene dunque immediatamente alla memoria il discorso in cui Monti parlò proprio dell’austerità come leva per ottenere la cessione della sovranità nazionale: “Io ho una distorsione che riguarda l’Europa ed è una distorsione positiva, anche l’Europa, non dobbiamo sorprenderci che l’Europa abbia bisogno di crisi e di GRAVI crisi per fare passi avanti.

I passi avanti dell’Europa sono per definizione cessioni di parti delle sovranità nazionali a un livello comunitario . E’ chiaro che il potere politico, ma anche il senso di appartenenza dei cittadini, ad una collettività nazionale possono essere pronti a queste cessioni solo quando il costo politico e psicologico di non farle diventa superiore al costo del farle perché c’è una crisi in atto visibile conclamata. Certamente occorrono delle autorità di enforcement (n.d.s. Costrizione traducendo in Italiano) rispettate che si facciano rispettare che siano indipendenti e che abbiano risorse e mezzi adeguati oggi abbiamo in Europa troppi Governi che si dicono liberali e che come prima cosa hanno cercato di attenuare la portata la capacità di azione le risorse l’indipendenza delle autorità che si sposano necessariamente al mercato in un’economia anche solo liberale”.

Tuttavia anche non aderendo a tale interpretazione, e considerando impossibile collegare la frase della Boldrini ad un’istigazione a compiere il reato di cui all’art. 241 c.p., altrettanto non si potrà dire in riferimento alla istigazione al delitto di cui all’art. 243 c.p.

Come detto l’ordinamento democratico della Repubblica Italiana si basa ovviamente sulla nostra Costituzione che all’articolo 1 attribuisce espressamente la sovranità al popolo.

Tale passaggio costituisce l’essenza di una democrazia nel senso proprio del termine.

Un atto d’intelligenza (dunque letteralmente un accordo) con lo straniero che comporta la sottrazione della sovranità e dell’indipendenza nazionale in violazione degli artt. 1 e 11 Cost. deve necessariamente qualificarsi come “atto ostile” a quel bene giuridico che si può definire personalità dello Stato Italiano.

Non vi è infatti azione più ostile nei confronti di una nazione che quella diretta a cancellarne la sovranità o a menomarne l’indipendenza.

Ogni evento bellico è per sua definizione il tentativo di sottomettere un altro Stato menomandone proprio la sua sovranità e la sua indipendenza.

Oggi la compromissione dell’indipendenza e della sovranità nazionale non avviene dunque con i carri armati ma con i Trattati.

La cessione di sovranità dell’Italia in favore dell’Europa rappresenta indiscutibilmente la fine dell’Italia quale nazione libera ed indipendente, ciò è esattamente quello che accadrebbe in caso di occupazione militare del paese.

Siamo in presenza di un atto oggettivamente ostile alla personalità dello Stato e ciò a prescindere delle tesi politiche di ciascuno.

Laddove la cessione della sovranità avviene oltre i limiti del dettato Costituzionale, anche se si è in assenza di violenza, ricorre la piena punibilità ex art. 243 c.p. Atto ostile è pertanto semplicemente ciò che contrasta con la personalità dello Stato.

Se si parla di interessi nazionali la valutazione dovrà quindi essere esclusivamente giuridica e non di mera opportunità. Anche se si ritenesse che la cancellazione dell’Italia come Stato possa essere atto compiuto nell’interesse del popolo italiano stesso ciò non toglierebbe la qualifica di atto ostile ad un trattato che disponga suddetta incostituzionale cancellazione.

In merito all’elemento psicologico, come si diceva in premessa si lascia la determinazione all’Ill.ma Procura adita.

Si precisa solamente che per la consumazione del reato non rileva che il soggetto agente voglia il male della popolazione italiana ma unicamente che il soggetto agente abbia il dolo specifico di istigare compiere un atto ostile alla sopravvivenza della nazione Italia quale entità indipendente e sovrana dotata di propria personalità giuridica.

Nel caso di specie tale atto è la richiesta a vincere le resistenze alla cessione.

Infine si rammenta che l’eventuale assenza di piena conoscenza, in capo alla Sig.ra Boldrini, di norme di legge, sia costituzionali che penali, non può costituire un’esimente ex art. 5 c.p.

Tutto ciò richiamato e premesso l’esponente

CHIEDE

Che la Sig.ra Laura Boldrini, nata a Macerata il 28 aprile 1961, sia condannati penalmente in base alle norme penali suindicate ovvero a quelle meglio viste e ritenute da codesta Ill.ma Procura della Repubblica.

Si esprime la volontà di ricevere informazione circa eventuale iniziativa archiviatoria presso il domicilio eletto.

Si chiede di voler affrontare la problematica indicata nel presente esposto con massima attenzione giuridica e non come una mera polemica di carattere politico. Non dimenticando che ai sensi dell’art. 52 Cost. “la difesa della patria è sacro dovere del cittadino” e dunque la lotta contro la cessione della sovranità nazionale (la nostra sovranità) rientra pienamente tra tali doveri.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo FINALMENTE LAURA BOLDRINI E’ STATA DENUNCIATA! L’AUTORE UN NOTO AVVOCATO: “HA VIOLATO L’ART. 11 DELLA COSTITUZIONE, ED HA TRADITO IL GIURAMENTO DI FEDELTA’ E LEALTA”! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/finalmente-laura-boldrini-stata-denunciata-lautore-un-noto-avvocato-violato-lart-11-della-costituzione-ed-tradito-giuramento-fedelta-lealta/feed/ 0
IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! MA IL GOVERNO È PRONTO AD ELIMINARE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! CANCELLARE IL REATO DI CLANDESTINITÀ! DARE LA CITTADINANZA E IL VOTO! http://riscattonazionale.com/partito-democratico-controllo-minniti-parla-aprire-centri-identificazione-governo-pronto-ad-eliminare-centri-identificazione-cancellare-reato-clandestinita/ http://riscattonazionale.com/partito-democratico-controllo-minniti-parla-aprire-centri-identificazione-governo-pronto-ad-eliminare-centri-identificazione-cancellare-reato-clandestinita/#respond Wed, 18 Jan 2017 23:59:39 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=11549 IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! MA IL GOVERNO È PRONTO AD ELIMINARE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! CANCELLARE IL REATO DI CLANDESTINITÀ! DARE LA CITTADINANZA E IL VOTO! IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! °°MA IL GOVERNO È PRONTO …

L'articolo IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! MA IL GOVERNO È PRONTO AD ELIMINARE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! CANCELLARE IL REATO DI CLANDESTINITÀ! DARE LA CITTADINANZA E IL VOTO! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! MA IL GOVERNO È PRONTO AD ELIMINARE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! CANCELLARE IL REATO DI CLANDESTINITÀ! DARE LA CITTADINANZA E IL VOTO!

IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! °°MA IL GOVERNO È PRONTO AD ELIMINARE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! CANCELLARE IL REATO DI CLANDESTINITÀ! DARE LA CITTADINANZA E IL VOTO!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui)

Fonte clicca QUI

L'articolo IL PARTITO DEMOCRATICO È FUORI CONTROLLO! MINNITI PARLA DI APRIRE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! MA IL GOVERNO È PRONTO AD ELIMINARE I CENTRI DI IDENTIFICAZIONE! CANCELLARE IL REATO DI CLANDESTINITÀ! DARE LA CITTADINANZA E IL VOTO! proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/partito-democratico-controllo-minniti-parla-aprire-centri-identificazione-governo-pronto-ad-eliminare-centri-identificazione-cancellare-reato-clandestinita/feed/ 0