Warning: Class __PHP_Incomplete_Class has no unserializer in /home/content/n3pnexwpnas01_data02/74/3448974/html/wp-content/object-cache.php on line 855

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/content/n3pnexwpnas01_data02/74/3448974/html/wp-content/object-cache.php:855) in /home/content/n3pnexwpnas01_data02/74/3448974/html/wp-includes/feed-rss2.php on line 8
VIOLENZA – RiscattoNazionale.com http://riscattonazionale.com È ora di riprenderci la nostra patria Mon, 23 Jan 2017 18:19:14 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.1 INCREDIBILE… MASSACRATA A BASTONATE: FERMATO IL MARITO, IL NOTO DERMATOLOGO DELLA TV… http://riscattonazionale.com/incredibile-massacrata-bastonate-fermato-marito-noto-dermatologo-della-tv/ http://riscattonazionale.com/incredibile-massacrata-bastonate-fermato-marito-noto-dermatologo-della-tv/#respond Wed, 21 Sep 2016 15:09:58 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3524 INCREDIBILE… MASSACRATA A BASTONATE: FERMATO IL MARITO, IL NOTO DERMATOLOGO DELLA TV… C’è un arresto per l’omicidio di Giulia Ballestri, la 40enne trovata morta in casa nella sua villa di Ravenna. La polizia ha fermato il marito Matteo Cagnoni, un noto dermatologo di Ravenna che ha partecipato ad alcune trasmissioni televisive.   Come scrive LEGGO: La donna, che era …

L'articolo INCREDIBILE… MASSACRATA A BASTONATE: FERMATO IL MARITO, IL NOTO DERMATOLOGO DELLA TV… proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
INCREDIBILE… MASSACRATA A BASTONATE: FERMATO IL MARITO, IL NOTO DERMATOLOGO DELLA TV…

MATTEO-CAGNONI-660x330

C’è un arresto per l’omicidio di Giulia Ballestri, la 40enne trovata morta in casa nella sua villa di Ravenna. La polizia ha fermato il marito Matteo Cagnoni, un noto dermatologo di Ravenna che ha partecipato ad alcune trasmissioni televisive.  

Come scrive LEGGO: La donna, che era scomparsa venerdì, è stata trovata in una villa disabitata in via Padre Genocchi, nella zona dei giardini pubblici. Sul posto, oltre ai vigili del Fuoco, è intervenuta la polizia. Al momento sono in corso accertamenti, anche se quella dell’omicidio appare essere la pista più plausibile. Secondo quanto riporta ‘Il Resto del Carlino’ sarebbe stata uccisa a colpi di bastone ed è stata trovata con la testa fracassata.

Il rapporto tra Giulia e Matteo sarebbe stato piuttosto tormentato negli ultimi tempi. La coppia, che ha tre figli, si stava separando. Nel 2011 l’uomo era stato indagato per la vicenda della prescrizione dei farmaci, poi assolto.

Il marito sarebbe fuggito a Firenze, dove è stato bloccato dagli gli uomini della Squadra mobile della questura fiorentina.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo INCREDIBILE… MASSACRATA A BASTONATE: FERMATO IL MARITO, IL NOTO DERMATOLOGO DELLA TV… proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/incredibile-massacrata-bastonate-fermato-marito-noto-dermatologo-della-tv/feed/ 0
Stupratore islamico massacrato di botte dai detenuti: “Devo spaccargli le gambe” (Video choc) http://riscattonazionale.com/stupratore-islamico-massacrato-botte-dai-detenuti-devo-spaccargli-le-gambe-video-choc/ http://riscattonazionale.com/stupratore-islamico-massacrato-botte-dai-detenuti-devo-spaccargli-le-gambe-video-choc/#respond Wed, 21 Sep 2016 14:48:45 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3506 loading… Stupratore islamico massacrato di botte dai detenuti: “Devo spaccargli le gambe” (Video choc) Due detenuti picchiano un presunto stupratore islamico in un carcere nel Regno Unito. Uno dei due grida all’altro: “Devo spaccargli una gamba?” “Posso spaccargli la gamba?”, si sente nel video che sta facendo discutere tutto il Regno Unito. All’interno di un …

L'articolo Stupratore islamico massacrato di botte dai detenuti: “Devo spaccargli le gambe” (Video choc) proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
loading…

stupratore

Stupratore islamico massacrato di botte dai detenuti: “Devo spaccargli le gambe” (Video choc)

Due detenuti picchiano un presunto stupratore islamico in un carcere nel Regno Unito. Uno dei due grida all’altro: “Devo spaccargli una gamba?”

“Posso spaccargli la gamba?”, si sente nel video che sta facendo discutere tutto il Regno Unito.

All’interno di un carcere due detenuti hanno massacrato di botte un altro carcerato islamico sospettato di aver commesso uno sturpo.

La violenza contro lo strupatore islamico

Immagini choc che hanno scosso la Gran Bretagna. Il video è stato pubblicato dal Daily Mail. Nelle sequenze si vede uno dei due aggressori picchiare l’altro prigioniero che urla di dolore. “Stupratore islamico – gridano i due detenuti – smettila di piangere, alzati”. Lui si rannicchia però in un angolo nel disperato tentativo di liberarsi dall’inaudita violenza. Ma i due picchiatori lo alzano da terra e lo colpiscono duramente alla testa e alle costole. Poi lo riempono di calci: “Ora alla faccia”, dice uno dei due a quello che si è impegnato maggiormente nelle violenze.

A quel punto si sente dire: “Devo rompergli una gamba”? (GUARDA IL VIDEO).

 

SCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)I

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo Stupratore islamico massacrato di botte dai detenuti: “Devo spaccargli le gambe” (Video choc) proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/stupratore-islamico-massacrato-botte-dai-detenuti-devo-spaccargli-le-gambe-video-choc/feed/ 0
Lucia Annibali, vittima di violenza: per lei un incarico al ministero http://riscattonazionale.com/lucia-annibali-vittima-violenza-un-incarico-al-ministero/ http://riscattonazionale.com/lucia-annibali-vittima-violenza-un-incarico-al-ministero/#respond Wed, 21 Sep 2016 14:22:51 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3479 loading… Lucia Annibali, vittima di violenza: per lei un incarico al ministero Torna a far parlare di sé Lucia Annibali,  giovane avvocatessa di Urbino, che la sera del 16 aprile di tre anni favenne aggredita da alcune persone che le lanciarono sul viso dell’acido. Per quei fatti, sono stati condannati Luca Varani, l’ex compagno dell’avvocatessa, …

L'articolo Lucia Annibali, vittima di violenza: per lei un incarico al ministero proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
loading…

annibali

Lucia Annibali, vittima di violenza: per lei un incarico al ministero

Torna a far parlare di sé Lucia Annibali,  giovane avvocatessa di Urbino, che la sera del 16 aprile di tre anni favenne aggredita da alcune persone che le lanciarono sul viso dell’acido. Per quei fatti, sono stati condannati Luca Varani, l’ex compagno dell’avvocatessa, considerato il mandante dell’aggressione, a cui sono stati comminati vent’anni di reclusione, e i due esecutori materiali, Ago Talaban e Alstistin Precetaj, per i quali la pena è stata invece di dodici anni. La donna è diventata ora consigliere giuridico del ministro per le pari Opportunità Maria Elena Boschi.

La firma è dell’altro ieri a Roma, in una sede istituzionale, e si tratta di una decisione attesa, dal momento che già da giugno il ministro Boschi aveva dichiarato pubblicamente di “aver chiesto a Lucia di collaborare con noi e con mio grande piacere ha accettato”. Sempre compatibilmente con le sue esigenze di salute, Lucia Annibali è ora chiamata a impegni sempre maggiori, che seguono quelli ai quali non si è mai sottratta in questi anni, nei quali – nel corso di convegni e incontri – ha voluto parlare della sua vicenda personale.

“Sentivo dentro di me una spinta a superare tutto quello che mi stava accadendo” ha detto più volte Lucia Annibali, anche dopo la condanna definitica per Luca Varani, quello che fu il suo uomo. Il procuratore di Pesaro Manfredi Palumbo, da parte sua, ha espresso soddisfazione per l’impegno che porta avanti la donna: “Io sono felicissimo per i risultati che sta ottenendo questa ragazza fuori dal comune. Ha superato prove indicibili ma non si è mai lamentata. Ha sempre guardato in avanti con una forza che ha fatto da guida a tutti coloro che le sono stati accanto. A lei i miei migliori auguri di buon lavoro”.

SCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)I

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo Lucia Annibali, vittima di violenza: per lei un incarico al ministero proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/lucia-annibali-vittima-violenza-un-incarico-al-ministero/feed/ 0
Modena, magrebino vuole doppia razione di cibo e abiti: spacca lo zigomo ad un monaco http://riscattonazionale.com/modena-magrebino-vuole-doppia-razione-cibo-abiti-spacca-lo-zigomo-ad-un-monaco/ http://riscattonazionale.com/modena-magrebino-vuole-doppia-razione-cibo-abiti-spacca-lo-zigomo-ad-un-monaco/#respond Sun, 31 Jul 2016 08:27:42 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3147   Modena, magrebino vuole doppia razione di cibo e abiti: spacca lo zigomo ad un monaco Insieme ad altri stranieri, si è messo in fila per farsi consegnare un pasto. Quando è arrivato davanti ai monaci che distribuivano le pietanze, però, ha preteso una porzione più abbondante e vestiario, pur non essendo nella disponibilità dei …

L'articolo Modena, magrebino vuole doppia razione di cibo e abiti: spacca lo zigomo ad un monaco proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
 magrebino

Modena, magrebino vuole doppia razione di cibo e abiti: spacca lo zigomo ad un monaco

Insieme ad altri stranieri, si è messo in fila per farsi consegnare un pasto. Quando è arrivato davanti ai monaci che distribuivano le pietanze, però, ha preteso una porzione più abbondante e vestiario, pur non essendo nella disponibilità dei religiosi. Dinanzi alla richiesta di fare un passo indietro ed accontentarsi di quanto ricevuto, però, l’extracomunitario, con tutta probabilità magrebino, ha sferrato un violento pugno sul volto del monaco benedettino frantumandogli lo zigomo.

Il grave episodio è accaduto nei giorni scorsi dinanzi alla parrocchia di San Pietro. Mercoledì mattina il sacerdote, 45 anni, è stato operato al Policlinico. Un intervento delicato, durato oltre un’ora e mezzo e che ha permesso ai medici di porre rimedio alla frattura scomposta dello zigomo destro riportata dal religioso a seguito dell’aggressione.

L’uomo si è poi allontanato di corsa, lasciando il monaco sanguinante a terra. Un evento che sicuramente, in un clima di tensione come quello attuale, fa riflettere. Resto del Carlino

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

 

L'articolo Modena, magrebino vuole doppia razione di cibo e abiti: spacca lo zigomo ad un monaco proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/modena-magrebino-vuole-doppia-razione-cibo-abiti-spacca-lo-zigomo-ad-un-monaco/feed/ 0
FAMIGLIA SFRATTA, MAROCCHINO SI COSPARGE DI BENZINA TENTA DI DARSI FUOCO DAVANTI AL COMUNE http://riscattonazionale.com/famiglia-sfratta-marocchino-si-cosparge-benzina-tenta-darsi-fuoco-davanti-al-comune/ http://riscattonazionale.com/famiglia-sfratta-marocchino-si-cosparge-benzina-tenta-darsi-fuoco-davanti-al-comune/#respond Sat, 30 Jul 2016 10:05:43 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3197 FAMIGLIA SFRATTA, MAROCCHINO SI COSPARGE DI BENZINA TENTA DI DARSI FUOCO DAVANTI AL COMUNE Un cittadino marocchino di 39 anni si è cosparso di benzina e ha tentato di darsi fuocoquesta mattina davanti alla sede del Comune di Sarzana, in provincia della Spezia, subito dopo essere statosfrattato dalla sua abitazione dove viveva insieme alla moglie …

L'articolo FAMIGLIA SFRATTA, MAROCCHINO SI COSPARGE DI BENZINA TENTA DI DARSI FUOCO DAVANTI AL COMUNE proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
FAMIGLIA SFRATTA, MAROCCHINO SI COSPARGE DI BENZINA TENTA DI DARSI FUOCO DAVANTI AL COMUNE

volante-polizia-660x330

Un cittadino marocchino di 39 anni si è cosparso di benzina e ha tentato di darsi fuocoquesta mattina davanti alla sede del Comune di Sarzana, in provincia della Spezia, subito dopo essere statosfrattato dalla sua abitazione dove viveva insieme alla moglie e a due figli piccoli.

A salvarlo sono stati due agenti della polizia municipale e due poliziotti del locale commissariato, che lo hanno bloccato mentre stava tirando fuori dalla tasca un accendino dopo essersi versato addosso della benzina contenuta in una bottiglietta.

Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118, che hanno trasportato il 39enne, in Italia con regolare permesso di soggiorno, al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di La Spezia. Sul caso indaga la polizia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo FAMIGLIA SFRATTA, MAROCCHINO SI COSPARGE DI BENZINA TENTA DI DARSI FUOCO DAVANTI AL COMUNE proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/famiglia-sfratta-marocchino-si-cosparge-benzina-tenta-darsi-fuoco-davanti-al-comune/feed/ 0
Austria, 10 richiedenti asilo islamici assaltano e molestano le donne sul lido: 3 arresti http://riscattonazionale.com/austria-10-richiedenti-asilo-islamici-assaltano-molestano-le-donne-sul-lido-3-arresti/ http://riscattonazionale.com/austria-10-richiedenti-asilo-islamici-assaltano-molestano-le-donne-sul-lido-3-arresti/#respond Sat, 30 Jul 2016 08:05:20 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3185 Austria, 10 richiedenti asilo islamici assaltano e molestano le donne sul lido: 3 arresti Un gruppo di ragazzi ospiti di un centro di accoglienza hanno infastidito le persone in riva al lago, soprattutto le donne. Causando l’intervento della Polizia e lo stato di fermo per tre di loro. Nuovo caos di aggressione ai bagnanti da …

L'articolo Austria, 10 richiedenti asilo islamici assaltano e molestano le donne sul lido: 3 arresti proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
spiaggia-Austria-600x264

Austria, 10 richiedenti asilo islamici assaltano e molestano le donne sul lido: 3 arresti

Un gruppo di ragazzi ospiti di un centro di accoglienza hanno infastidito le persone in riva al lago, soprattutto le donne. Causando l’intervento della Polizia e lo stato di fermo per tre di loro.

Nuovo caos di aggressione ai bagnanti da parte di richiedenti asilo di religione musulmana.

Sulle coste dell’Ödter See, nota località balneare in Austria, un gruppo di 10 giovani uomini di età compresa tra i 16 e i 18 anni hanno ripetutamente molestato le persone a riva, soprattutto le donne. A riportarlo è la Polizia locale, ripresa dalla rivista Wochenblick, che racconta di come il gruppo di molestatori abbiano causato l’intervento prima della sicurezza privata del lido e poi delle volanti degli agenti. Tra le vittime ci sarebbero anche delle mamme con dei bambini piccoli. Nessuna è fortunatamente rimasta ferita.

I ragazzi provengono da un centro di accoglienza che si trova a poca distanza dal lago e si erano concessi una giornata in spiaggia. Alcuni dei loro comportamenti nei confronti degli altri bagnanti, soprattutto di sesso femminile, hanno generato delle proteste e la chiamata in causa del personale si sicurezza.

Secondo quanto riportato l’intervento della polizia sarebbe stato la conseguenza di “pesanti discussioni” tra il personale di sicurezza ed i ragazzi. La Polizia ha poi spiegato loro che i tipi di comportamenti che stavano assumendo non erano accettabili e che disturbavano la pacifica convivenza. Tre di loro sono stati portati via dagli agenti, i restanti hanno ricevuto un divieto di avvicinamento al luogo in questione per la durata di 24 ore.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

 

L'articolo Austria, 10 richiedenti asilo islamici assaltano e molestano le donne sul lido: 3 arresti proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/austria-10-richiedenti-asilo-islamici-assaltano-molestano-le-donne-sul-lido-3-arresti/feed/ 0
Panico a Napoli: immigrato africano ruba pistola a vigilantes e tenta di sparare alla folla (Video) http://riscattonazionale.com/panico-napoli-immigrato-africano-ruba-pistola-vigilantes-tenta-sparare-alla-folla-video/ http://riscattonazionale.com/panico-napoli-immigrato-africano-ruba-pistola-vigilantes-tenta-sparare-alla-folla-video/#respond Sat, 30 Jul 2016 03:35:03 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3158 Panico a Napoli: immigrato africano ruba pistola a vigilantes e tenta di sparare alla folla (Video) NAPOLI – Gli immigrati islamici stanno facendo le prove per il prossimo attentato in Italia, grazie a Renzi e Alfano che mandano le nostre navi sino in Libia per rifornirci quotidianamente di potenziali terroristi dello Stato islamico. Terrore al …

L'articolo Panico a Napoli: immigrato africano ruba pistola a vigilantes e tenta di sparare alla folla (Video) proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
vigilantes

Panico a Napoli: immigrato africano ruba pistola a vigilantes e tenta di sparare alla folla (Video)

NAPOLI – Gli immigrati islamici stanno facendo le prove per il prossimo attentato in Italia, grazie a Renzi e Alfano che mandano le nostre navi sino in Libia per rifornirci quotidianamente di potenziali terroristi dello Stato islamico.

Terrore al Centro Direzionale dove un extracomunitario ha minacciato e puntato la pistola sui passanti seminando il panico. L’uomo – scrive Il Mattino – ha tentato più volte di fare fuoco ma la pistola, secondo quanto si apprende, si è inceppata oppure era senza colpo in canna. È successo questa mattina. L’uomo si è impossessato dell’arma in dotazione ad un vigilantes in servizio nella zona dopo averlo aggredito e malmenato. Alla fine di una violenta colluttazione gli ha rubato l’arma, il tutto poco dopo le 7.00 di questa mattina.

Una volta impugnata la pistola l’extracomunitario ha cominciato a puntarla sia sulla guardia giurata che sul resto della gente che a quell’ora era presente al centro direzionale. Secondo una prima ricostruzione, avrebbe anche tentato di far fuoco ripetutamente.
Uomini e donne sono corsi a nascondersi e cercare riparo nei bar e nei palazzi dei dintorni mentre è iniziata la caccia all’uomo da parte dei poliziotti. Sul posto c’erano anche due carabinieri in borghese. Dopo un inseguimento ed il tentativo di nascondersi del folle, l’uomo è stato bloccato dagli agenti della polizia vicino la Chiesa del Centro Direzionale ed è stato allertato il 118 per soccorrere il vigilantes ferito e verificare anche le condizioni cliniche di alcuni passanti che hanno avuto dei malori. L’uomo, al momento, si trova negli uffici del commissariato di polizia del centro direzionale: non ha documenti e non ha spiegato agli investigatori il motivo del suo gesto. Nel frattempo è stato accertato che l’uomo per impossessarsi della pistola ha dato uno spintone alla guardia giurata facendola cadere a terra.

Al momento gli investigatori sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica. Vengono controllate le immagini delle telecamere di sorveglianza per stabilire tutte le fasi di una mattina di terrore. Secondo quanto si apprende almeno sei poliziotti e due carabinieri sono rimasti contusi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

 

L'articolo Panico a Napoli: immigrato africano ruba pistola a vigilantes e tenta di sparare alla folla (Video) proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/panico-napoli-immigrato-africano-ruba-pistola-vigilantes-tenta-sparare-alla-folla-video/feed/ 0
Monaco “Arrestati tre uomini”. 5 anni fa la strage di Utoya http://riscattonazionale.com/monaco-arrestati-tre-uomini-5-anni-la-strage-utoya/ http://riscattonazionale.com/monaco-arrestati-tre-uomini-5-anni-la-strage-utoya/#respond Fri, 29 Jul 2016 15:44:30 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3050 Monaco “Arrestati tre uomini”. 5 anni fa la strage di Utoya Un’altra tragedia in Baviera, a pochi giorni dall’assalto di un diciassettenne su un treno in cui sono rimaste ferite cinque persone a colpi di ascia. Questa volta l’obiettivo è un affollato centro commerciale pieno di gente il venerdì sera, in peno periodo di saldi estivi. Tre …

L'articolo Monaco “Arrestati tre uomini”. 5 anni fa la strage di Utoya proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
presi

Monaco “Arrestati tre uomini”. 5 anni fa la strage di Utoya

Un’altra tragedia in Baviera, a pochi giorni dall’assalto di un diciassettenne su un treno in cui sono rimaste ferite cinque persone a colpi di ascia. Questa volta l’obiettivo è un affollato centro commerciale pieno di gente il venerdì sera, in peno periodo di saldi estivi. Tre persone, armate di fucili, hanno sparato decine di colpi. Uno di loro – secondo un testimone citato dalla Cnn – ha preso di mira anche dei bambini. Il numero dei morti nell’attentato è salito a nove. Mistero sull’identità degli attentatori. La tv N24 ha mostrato un video in cui un cittadino, dal tetto del palazzo adiacente al centro commerciale, insulta uno dei terroristi. Lo scambio fra i due avviene in dialetto bavarese. L’attentatore  ad un certo punto dice “sono tedesco” nato in Germania, in un quartiere povero e abitato da persone che sopravvivono con il sussidio pubblico”. L’attentatore dice di essere stato in cura, l’altro gli dice che quello è il luogo dove dovrebbe stare “in cura psichiatrica”. Dopo giunge un’altra testimonianza. Una testimone oculare avrebbe sentito uno dei tre attentatori gridare “stranieri di merda”. Dettaglio senza conferme ufficiali ma che illumina una coincidenza: oggi era l’anniversario della strage perpetrata 5 anni fa in Norvegia da Anders Behring Breivik e che provocò 77 vittime. La polizia comunica di non avere al momento alcuna indicazione relativa a una matrice islamica dell’attentato, ma la sicurezza non esclude la pista del terrorismo Intanto è allarme in tutto il Paese: la Polizia lancia un appello alla gente via twitter, in tedesco, inglese e francese: state in casa, evitate le piazze ed i luoghi affollati.   E  ha chiesto di non postate su internet video e foto dell’operazione di polizia in corso: finireste per aiutare gli attentatori in fuga. una intensa caccia all’uomo, con posti di blocco e reparti speciali schierati. La stazione ferroviaria è stata evacuata e sono stati bloccati tutti i treni in partenza; bloccata è anche la metropolitana ed è interdetto l’ingresso in città alle auto dalle autostrade, con code chilometriche in entrata sulle autobahn.  L’allarme ha avuto inevitabili ricaduto anche sul traffico transfrontaliero: intensificati anche i controlli al confine con l’Austria e la Repubblica Ceca. Mentre cala la notte in Baviera, poco si sa sulla caccia all’uomo. Per ora nessun arresto è stato ufficializzato, sembrava che i tre avessero fatto perdere le loro tracce. Secondo gli inquirenti gli attentatori erano ancora in città. Mentre voci non confermate affermavano che uno dei tre attentatori sarebbe morto, forse togliendosi la vita. A notte inoltrata la notizia di tre arresti, ma dalle autorità ancora nessuna conferma che le persone fermate siano effettivamente gli assalitori di venerdì sera

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo Monaco “Arrestati tre uomini”. 5 anni fa la strage di Utoya proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/monaco-arrestati-tre-uomini-5-anni-la-strage-utoya/feed/ 0
STUPRA FIGLIASTRA 13ENNE: INCASTRATO DAL VIDEO GIRATO CON IL CELLULARE http://riscattonazionale.com/stupra-figliastra-13enne-incastrato-dal-video-girato-cellulare/ http://riscattonazionale.com/stupra-figliastra-13enne-incastrato-dal-video-girato-cellulare/#respond Fri, 29 Jul 2016 15:34:23 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=2943 STUPRA FIGLIASTRA 13ENNE: INCASTRATO DAL VIDEO GIRATO CON IL CELLULARE CASTELGUGLIELMO – Quando tornava a casa ubriaco non aveva più freni inibitori. E spesso finiva per picchiare moglie e figli con calci e pugni, minacciandoli. Un comportamento che qualche mese fa gli è costato una condanna a 1 anno e 8 mesi. Le attenzioni peggiori, però, …

L'articolo STUPRA FIGLIASTRA 13ENNE: INCASTRATO DAL VIDEO GIRATO CON IL CELLULARE proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
figliastra

STUPRA FIGLIASTRA 13ENNE: INCASTRATO
DAL VIDEO GIRATO CON IL CELLULARE

CASTELGUGLIELMO – Quando tornava a casa ubriaco non aveva più freni inibitori. E spesso finiva per picchiare moglie e figli con calci e pugni, minacciandoli. Un comportamento che qualche mese fa gli è costato una condanna a 1 anno e 8 mesi. Le attenzioni peggiori, però, il marocchino 32enne le riservava alla più piccola delle figlie della compagna, appena tredicenne. Costringendola perfino ad un rapporto sessuale completo, filmato con il telefonino. Comportamento che gli è costato la condanna a 8 anni di carcere. Le indagini sull’uomo sono arrivate a un punto di svolta quando è stata trovata, sotterrata nel giardino di casa, la microsim contenente il filmato dell’abuso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo STUPRA FIGLIASTRA 13ENNE: INCASTRATO DAL VIDEO GIRATO CON IL CELLULARE proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/stupra-figliastra-13enne-incastrato-dal-video-girato-cellulare/feed/ 0
Monaco, il drammatico racconto di don Gino http://riscattonazionale.com/monaco-drammatico-racconto-don-gino/ http://riscattonazionale.com/monaco-drammatico-racconto-don-gino/#respond Fri, 29 Jul 2016 10:12:01 +0000 http://riscattonazionale.com/?p=3047 Monaco, il drammatico racconto di don Gino “Alle 19.30 mi trovavo in Karlsplatz e ho visto un gruppo di turisti spagnoli fuggire terrorizzati. Sulla scala mobile della metropolitana ho avuto l’impressione di vedere una persona ferita. La polizia mi ha intimato di allontanarmi subito e di andare via altrimenti mi sarei avvicinato. È stata una questione di pochi secondi. …

L'articolo Monaco, il drammatico racconto di don Gino proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
<> on January 1, 2016 in Munich, Germany.

Monaco, il drammatico racconto di don Gino

“Alle 19.30 mi trovavo in Karlsplatz e ho visto un gruppo di turisti spagnoli fuggire terrorizzati. Sulla scala mobile della metropolitana ho avuto l’impressione di vedere una persona ferita. La polizia mi ha intimato di allontanarmi subito e di andare via altrimenti mi sarei avvicinato. È stata una questione di pochi secondi. Ho avuto la netta impressione che anche in centro fosse successo qualcosa di grave anche se nessuno ci dava notizie”, questa la terribile testimonianza di don Gino Levorato, sacerdote paolino che vive a Monaco e che ieri era presente al momento dell’attentato nei pressi del centro commerciale.

Il sacerdote ha proseguito: “Poi mi sono spostato in Karlsplatz e quando sono andato a prendere la metropolitana per tornare a casa era tutto bloccato. Anche tram e autobus erano fermi, ho cercato un taxi ma il traffico era andato in tilt e non si trovava nulla. La polizia ci inseguiva per dire di non stare in mezzo alla strada perché era pericoloso e di andare al chiuso forse per evitare di essere presi in ostaggio da qualche attentatore”.

“Nel frattempo ha cominciato a piovere e sono andato a comprare un ombrello. Tutti i negozi però erano chiusi, credo su ordine delle forze dell’ordine, per evitare che gli attentatori entrassero in qualche locale e prendessero in ostaggio alcune persone. La mia impressione comunque è che sia successo qualcosa anche in centro”, ha concluso don Gino Levorato. Si va definendo – dopo che per ore come sempre accade in questi terribili momenti si sono rincorsi i numeri – il bilancio delle vittime: dieci dovrebbero essere i morti e 16 feriti del grave attentato di ieri, che cade a cinque anni esatti dalla strage perpetrata in Norvegia da Anders Behring Breivik.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

L'articolo Monaco, il drammatico racconto di don Gino proviene da RiscattoNazionale.com.

]]>
http://riscattonazionale.com/monaco-drammatico-racconto-don-gino/feed/ 0